schede_tecniche

schede_tecniche
Locomotive elettriche

Locomotiva elettrica 3 kV CC E.636

e636_001.jpg


Introduzione

  • Il progetto delle E.636 è della metà degli anni '30, ma la costruzione iniziata nel 1940 venne interrotta dalla seconda guerra mondiale e fu ripresa successivamente nel 1952. La grande quantità di esemplari ne ha fatto un jolly per le FS, che le utilizzavano per ogni tipo di servizio merci e per i treni viaggiatori a media e bassa velocità.
  • La novità peculiare delle E.636 è la cassa articolata poggiante su tre carrelli (rodiggio Bo' Bo' Bo'), schema usato in seguito anche dalle E.645, E.646 ed E.656, studiato per far fronte alle tortuosità delle linee italiane. Lo schema elettrico deriva dalle E.626, con motori a 4 poli, tre combinazioni, e un grado di indebolimento di campo per ognuna di esse.
  • La trasmissione è ad asse cavo a trascinamento con tamponi di gomma; sulle E.636.195 e 196 si è fatto uso di trasmissione con asse cavo semplice e tamponi di gomma, con i motori fissati rigidamente al telaio; sulle E.636.197 e 198 la tramissione è identica alle due precedenti, ma con i motori sospesi elasticamente (sulle E.636.195 - 198 in seguito si è tornati alla trasmissione Negri); sulle E.636.271 - 275 la trasmissione è ad asse cavo semplice, ma con i motori con sospensione tranviaria (il sistema che ha dato i risultati migliori è quello a doppio asse cavo con i motori fissati rigidamente al telaio dei carrelli); sulle E.636.271 - 275 si sono provati carrelli di nuovo tipo in vista dell'applicazione alle E.645 ed E.646, con i motori 32R5-200 a 5 gradi di indebolimento di campo, e velocità massima di 120 km/h (cessato l'esperimento solo la 274 ha conservato tali carrelli); la E.636.082, infine, nel 1965 ha ricevuto la frenatura elettrica sperimentale in vista dell'applicazione di tale apparecchiatura alle E.444.
  • La E.636.284 è l'ultima macchina a ricevere modifiche degne di nota: nel 1988 ebbe un incidente e durante la ricostruzione, effettuata nel 1990, ricevette le cabine delle E.656 di 6^ serie mantenendo la cassa di origine.
Le unità
Serie Locomotive Anni di costruzione Costruttori
I E.636.001 - 108 (1) 1940 - 1943 Breda, SNOS, CGE - OM, Marelli - Reggiane
II E.636.109 - 243 1952 - 1956 Breda, Marelli - Reggiane, Brown - Boveri, Ansaldo, Savigliano, CGE,
OM - CGE, Ansaldo S. Giorgio
III E.636.244 - 469 (2) 1957 - 1962 Breda, Savigliano, OM, Reggiane, Brown - Boveri, Ansaldo S. Giorgio,
Pistoiesi, OM - CGE
  1. E.636.082 dotata sperimentalmente nel 1965 di frenatura elettrica dissipativa.
  2. E.636.284 ricostruita nel 1990 dalle Officine FS di Verona Porta Vescovo a seguito di un incidente occorso nel 1988. Provvista di cabine simili a quelle delle E.656 di 6^ Serie.
Rapporti di trasmissione e velocità
Serie Rapporto Velocità max Note
I 20/65 120 km/h Presente dal 1951 solo sulle E.636.034 e 089, temporaneamente equipaggiate con motori 92-250.
28/65 Dal 1982 è iniziata la sostituizione del rapporto 28/65 sulle unità dotate con quello da 21/65.
21/65 95 km/h Fino al 1948.
105 km/h Dal 1948 al 1982.
110 km/h Dal 1982 in poi.
II 28/65 120 km/h Dal 1982 è iniziata la sostituizione del rapporto 28/65 sulle unità dotate con quello da 21/65.
21/65 105 km/h Dall'origine (1952).
110 km/h Dal 1982 in poi.
III 28/65 120 km/h Dal 1982 è iniziata la sostituizione del rapporto 28/65 sulle unità dotate con quello da 21/65.
24/74 Presente solo tra il 1956 e il 1973 sulle E.636.271 - 275 equipaggiate con motori 32R5-200.
21/65 105 km/h Dall'origine (1952).
110 km/h Dal 1982 in poi.

E.636.001 - 108 E.636.109 … 469
e636_i.jpg e636_ii.jpg

Scheda tecnica

Classificazione FS E.636.001 - 469
Unità costruite 469
Anni di costruzione 1940 - 1943, 1952 - 1956, 1957 - 1962
Costruttori Vari
Rodiggio Bo' Bo' Bo'
Rapporto di trasmissione 21/65
Numero motori 6
Tipo motori 32R-200 FS
Potenza oraria di ogni motore 350 kW
Potenza continuativa di ogni motore 315 kW
Potenza oraria UIC 1.950 kW
Potenza continuativa UIC 1.750 kW
Velocità massima 110 km/h
Lunghezza totale 18.250 mm
Distanza fra gli assi estremi 13.550 mm
Distanza fra i perni dei carrelli 5.200 mm
Passo carrelli 3.150 mm
Diametro ruote 1.250 mm
Massa in servizio e aderente 101 t


Bibliografia

  • “Locomotive Elettriche E 636” di R. Rolle - Edizioni Elledi 1983
  • “Dall'E.626 all'Eurostar 1928-2008: Ottant'anni di locomotive elettriche FS” di G. Cornolò - Ermanno Albertelli Editore 2008