schede_tecniche

schede_tecniche
Locomotive elettriche

Locomotiva elettrica trifase 3,6 kV CA 16,7 Hz E.430

e430.jpg


Introduzione

  • Numerazione fino al 1905: RA 341, 342; dal 1905 al 1913: 0341, 0342; dal 1913 al 1914: 0131, 0132; dal 1914 al 1918: E.430.1, 2.
  • Locomotive composte da carrelli con due semicasse articolate; il rodiggio è di tipo Bo + Bo.
  • La linea estetica è tipicamente statunitense ed il progetto è stato curato dall'ingegnere ungherese Kalman Kando, per conto della Ganz di Budapest, la ditta cui fu affidata la costruzione.
  • La trasmissione avviene con asse cavo, tipo Gearless, e con sistema di biellette.
  • I motori, 4 di numero, sono alimentati direttamente dalla linea di contatto e di tipo con collettore ad anelli e a 14 poli; i reostati di avviamento sono due, a liquido.
  • Utilizzate soprattutto per il servizio merci (la velocità di regime di 36,7 km/h e la potenza oraria di 440 kW erano più che sufficienti per tale utilizzo), restarono in Valtellina fino al 1929, quando l' E.430.001 fu trasferita a Fortezza e la 002 a Bolzano sulla linea del Brennero.

Scheda tecnica

Classificazione FS E.430.001 - 002
Unità costruite 2
Anno di costruzione 1901
Costruttore Ganz - Mavag
Rodiggio Bo + Bo
Numero e tipo di reostati 2 a liquido
Numero poli statorici dei motori 14 costanti
Velocità di regime 36,7 km/h
Potenza oraria corrispondente 440 kW
Lunghezza totale 10.306 mm
Interperno/Passo carrelli 6.630/2000 mm
Diametro ruote 1.400 mm
Massa in servizio e aderente 48,2 t


Bibliografia

  • “FS Locomotive elettriche” di S. Garzaro - Edizioni Elledi 1986
  • Disegno E.430 realizzato da Gianfranco Ferro - “A vent'anni dal trifase”, Alzani Editrice 1996 → tramite stagniweb di Giorgio Stagni