Approfondimenti

Blocco Elettrico Manuale

1 - Generalità
2 - Indicatori ottici dell'istrumento di blocco
2.1 - Indicatore A1
2.2 - Indicatore A2
2.3 - Indicatore A3
3 - Maniglie dell'istrumento di blocco
3.1 - Maniglia Mr
3.3 - Maniglia Mc
4 - I segnali di corrispondenza
5 - Procedura per l'invio di un treno dalla stazione A alla stazione B
6 - Sequenza di utilizzo dell'Istrumento di blocco (video)


Generalità

Il blocco elettrico manuale tipo F.S. è composto da due apparecchiature poste nelle due stazioni limitrofe (presenziate da Dirigente Movimento o meno) che distanziano i treni. Queste apparecchiature, dette “Istrumenti di blocco”, sono collegate fra di loro tramite un cavo elettrico. Ogni apparecchiatura è collegata inoltre con i segnali di partenza (di blocco) della stazione ed è influenzata da alcuni “enti” di stazione che vedremo di seguito.

L'istrumento è composto da due maniglie munite girevoli munite di pulsanti dette “maniglia di richiesta consenso” (o “Mr”) e maniglia di concessione consenso (o “Mc”) e da tre indicatori visivi colorati A1, A2 e A3. Gli indicatori A1 e A2 possono presentare o meno una barra.

Nelle linee a semplice binario le maniglie Mr e Mc sono collegate, oltre che elettricamente, anche meccanicamente in modo che la rotazione di una maniglia impedisca la rotazione dell'altra ovvero se si sta chiedendo il consenso per l'invio di un treno non si può contemporaneamente concederlo per ricevere un treno nella stessa direzione (salvo ovviamente voler fare uno scontro frontale in linea…) e viceversa.

La maniglia “Mr” serve per richiedere il consenso di blocco ovvero l'autorizzazione ad inviare il treno. Normalmente è in posizione verticale verso il basso.

La maniglia “Mc” serve per concedere il consenso di blocco ovvero per autorizzare l'invio del treno. Normalmente è in posizione verticale verso il basso.


Indicatori ottici dell'istrumento di blocco

Gli indicatori possono assumere i seguenti aspetti e significati:


Indicatore A1

rosso con barra



- stato di riposo;
- il treno è in sezione.


rosso



- attesa consenso (con maniglia Mr sollevata);
- consenso annullato (per emergenza o per errore dalla stazione B).


bianco



- consenso ricevuto regolarmente (il segnale di blocco può essere disposto a via libera).


bianco con barra



- consenso già utilizzato dal treno (il segnale di blocco non può più essere disposto a via libera);
- consenso inutilizzabile per errore dell'operatore della stazione di A;
- consenso inutilizzabile per guasto ad un ente della stazione di A (di solito il c.d.b. di occupazione permanente del blocco).


Indicatore A2

rosso



- stato di riposo;
- il consenso dato alla stazione di B è stato annullato a seguito dell'immissione del treno in sezione;
- il consenso dato alla stazione di B è stato annullato dall'operatore di A a seguito di errore o per emergenza.


verde



- concesso consenso alla stazione di B per l'invio di un treno verso la propria stazione.


rosso con barra



- attesa di un treno in stazione con segnali di protezione e avviso disposti a via libera (in alcuni impianti, qualora la distanza fra le due stazioni limitrofe sia breve, l'indicatore A2 resta rosso e la barra “cade” solo quando il treno, entrando in stazione, dispone a via impedita il segnale di protezione).


La barra sull'indicatore A2, quando la maniglia Mc è il posizione di “consenso”, impedisce la corrispondenza di blocco ovvero, premendo uno dei pulsanti delle maniglie Mc o Mr, non si invia alcun impulso elettrico all'altro posto di blocco. Questo per impedire di concedere il consenso di blocco quando non esistano le condizioni di sicurezza per farlo (mancanza di controllo segnali di avviso o di protezione, ecc.).

verde con barra



- condizione anormale: dopo che è stato concesso il consenso alla stazione di B sono venute a mancare le condizioni di sicurezza per il ricevimento del treno (ad esempio si è guastato il segnale di protezione o quello di avviso). In questa situazione l'operatore di A deve immediatamente annullare il consenso dato (portando la maniglia Mc in posizione di bloccamento e premendo il relativo pulsante) facendo diventare l'indicatore A2 “rosso con barra”.


La barra sull'indicatore A2, quando la maniglia Mc è il posizione di “consenso”, impedisce la corrispondenza di blocco ovvero, premendo uno dei pulsanti delle maniglie Mc o Mr, non si invia alcun impulso elettrico all'altro posto di blocco. Questo per impedire di concedere il consenso di blocco quando non esistano le condizioni di sicurezza per farlo (mancanza di controllo segnali di avviso o di protezione, ecc.).


Indicatore A3

rosso



- stato di riposo o, se la maniglia Mc è il posizione di bloccamento, indica che la maniglia stessa è ancora bloccata in tale posizione.


verde



- la maniglia Mc, che è in posizione di bloccamento, è sbloccata è può essere riportata in posizione normale. Appena portata in posizione normale, l'indicatore A3 torna rosso.


Maniglie dell'istrumento di blocco

Le maniglie dell'istrumento di blocco possono assumere le posizioni indicate nella tabella seguente. Nei posti di blocco intermedi presenziati da agente definito Guardablocco e non muniti di apparato di sicurezza (A.C.E. o A.C.E.I.) esistono solo un segnale di 1a categoria detto, appunto, segnale di blocco e un segnale di avviso. Questi segnali sono manovrati a via libera mediante la maniglia Mr che, solo in tali impianti, può assumere altre tre posizioni che omettiamo. Tali posti di blocco, detti “puri”, sono ormai in via di sparizione nella rete F.S..


Maniglia Mr

normale



- stato di riposo;
- il treno è in sezione.


richiesta consenso



- attesa consenso (con maniglia Mr sollevata);
- consenso annullato (per emergenza o per errore dalla stazione B).


Maniglia Mc

normale



- consenso ricevuto regolarmente (il segnale di blocco può essere disposto a via libera.


concessione consenso



- consenso già utilizzato dal treno (il segnale di blocco non può più essere disposto a via libera);
- consenso inutilizzabile per errore dell'operatore della stazione di A;
- consenso inutilizzabile per guasto ad un ente della stazione di A (di solito il c.d.b. di occupazione permanente del blocco).


Negli ACE e negli ACEI, in alcune stazioni, il rovesciamento della leva del segnale di protezione o il bloccamento del punto origine può avvenire anche con la maniglia Mc in questa posizione. Tale situazione avviene quando la distanza fra la propria stazione ed il posto di blocco precedente è ridotta.

bloccamento della sezione



- stato di riposo;
- il consenso dato alla stazione di B è stato annullato a seguito dell'immissione del treno in sezione;
- il consenso dato alla stazione di B è stato annullato dall'operatore di A a seguito di errore o per emergenza.


Negli ACE e negli ACEI questa è la condizione normale per permettere, rispettivamente, il rovesciamento della leva del segnale di protezione o il bloccamento del punto origine.


I segnali di corrispondenza

Le maniglie Mr e Mc sono munite di pulsanti centrali attraverso i quali i due D.M. o Guardablocco si “scambiano” dei messaggi di servizio tramite un codice particolare. Premendo uno dei due pulsanti delle suddette maniglie si provoca l'azionamento di una campana sull'Istrumento di blocco del posto corrispondente (stazione limitrofa) nonché, qualora la maniglia Mr o Mc si trovi in determinate posizioni, anche l'azionamento di alcuni relè e la modifica delle indicazioni date dagli indicatori A1 e A2.

I segnali dal 5 al 15 sono, nella pratica, non usati in quanto tali avvisi vengono dati, di solito, per telefono.

Il segnale 8 viene a volte usato dopo il segnale 1 o 2 o 4 per indicare l'erronea richiesta del consenso o del segnale di transitato onde evitare che nella stazione limitrofa venga concesso il consenso o bloccata la sezione mediante il segnale 3.


Procedura per l'invio di un treno dalla stazione A alla stazione B

In posizione di riposo, gli Istrumenti di blocco presentano il seguente aspetto:

Per inviare un treno l'agente in servizio nella stazione di A chiede il “consenso” all'agente della stazione successiva B ruotando la maniglia Mr in senso orario di un angolo di 120° fino a raggiungere un apposito punto di arresto e preme il pulsante relativo inviando 2 colpi brevi (treno viaggiatori) o 3 colpi brevi (treno merci).
Prima di premere il pulsante, l'agente deve accertare che nell'indicatore A1 sia sparita la barra altrimenti il consenso che riceverà sarà inutilizzabile e il segnale di partenza non si disporrà a via libera.

La stazione limitrofa B riceve il segnale di richiesta con 2 o 3 colpi su una apposita campana posta nel retro dell'istrumento di blocco. Se può dare il consenso (indicatore A2 rosso senza barra e maniglia Mc in posizione normale verso il basso), l'agente ruota la maniglia “Mc” di 120° in senso anti-orario fino a raggiungere un apposito punto di arresto,

quindi preme con un colpo singolo ma lungo (il regolamento parla di 2 secondi) il pulsante posto nella maniglia stessa.
Con questa operazione il proprio indicatore A2 passa al verde mentre l'indicatore A1 della stazione limitrofa A che ha chiesto il consenso passa al bianco permettendo l'apertura dei segnali di partenza.

A questo punto, il D.M. di A, tramite l'apparato A.C.E./A.C.E.I. di stazione, dispone a via libera il segnale di partenza.

Una volta partito il treno dalla stazione di A, questo impegna l'ultimo o uno degli ultimi circuiti di binario che ha funzione di occupazione del consenso di blocco ovvero fa in modo che il consenso ricevuto sia utilizzabile per un solo treno e non per quelli successivi. Con l'occupazione di questo circuito, sull'indicatore A1 dell'istrumento di blocco della stazione di A, “casca” la barra nera che, oltre all'indicazione visiva, provoca l'annullamento del consenso ricevuto.

A questo punto l'agente di A avvisa quello della stazione di B della partenza del treno riportando la maniglia “Mr” in posizione normale (verticale verso il basso) e trasmettendo il segnale di “transitato” ovvero una sequenza di quattro colpi ( * * * * ).

L'agente di B, ricevuto tale segnale, ruota la maniglia “Mc” di altri 120° in senso anti-orario …

e preme il pulsante con un singolo colpo lungo. In tal modo annulla il consenso precedentemente dato e “blocca” la sezione in quanto è presente un treno in linea. Il termine “bloccamento” deriva dal fatto che, in questa posizione, la maniglia rimane bloccata fisicamente fino a quando non si realizzano le condizioni descritte di seguito.

L'agente di B predispone l'itinerario per l'arrivo del treno nella propria stazione e dispone a via libera il segnale di protezione e quello di avviso. Nell'indicatore A2 casca la barra nera.

Durante la marcia, il treno, superato il segnale di avviso della stazione di B, lo “occupa” ovvero lo dispone all'aspetto più restrittivo.

Entrando nella stazione di B, il treno “occupa” il segnale di protezione appena lo supera con la testa del convoglio.

Quindi aziona un pedale posto all'ingresso della stazione stessa dopo il segnale di protezione e, una volta che ha superato completamente tale segnale, “libera” la sezione ovvero libera la maniglia Mc dalla sua posizione di bloccamento permettendo di riportarla in posizione normale (verticale verso il basso). La liberazione è mostrata dall'indicatore A3 che diventa verde.

Adesso l'agente della stazione di B riporta la maniglia “Mc” in posizione normale facendo ritornare l'indicatore A3 rosso e facendo sparire la barra nera dall'indicatore A2. Ora è possibile concedere il consenso per un eventuale treno successivo.


Sequenza di utilizzo dell'Istrumento di blocco (video)

Sequenza di utilizzo dell'Istrumento di blocco fra due stazioni limitrofe.

Ringrazio il capostazione Antonio Martino per avermi fornito il testo ed i disegni di questo articolo.
Rimando tuttavia alla consultazione del suo sito, Segnali Ferroviari Italiani, per approfondimenti ed eventuali aggiornamenti.